CONTRIBUTI 50% A FONDO PERDUTO PER LO SVILUPPO DELL’ARTIGIANATO, DEL COMMERCIO FISSO E AMBULANTE CAMPANO – Bandi PMI Artigianato, Commercio Fisso ed Ambulante REGIONE CAMPANIA

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Bandi PMI Artigianato, Commercio Fisso ed Ambulante REGIONE CAMPANIA

CONTRIBUTI 50% A FONDO PERDUTO PER LO SVILUPPO DELL’ARTIGIANATO, DEL COMMERCIO FISSO E AMBULANTE CAMPANO

 

Finalità

La Regione Campania intende sostenere finanziariamente i programmi di spesa delle Imprese Artigiane, del Commercio Fisso ed Ambulante operanti in Campania da almeno 2 anni, con il fine di accrescerne la competitività e/o l’ammodernamento delle dotazioni strumentali.

Ammontare delle risorse disponibili

  • Bando per il Commercio Fisso 10 milioni di euro
  • Bando per il Commercio Ambulante 5 milioni di euro
  • Bando per le Imprese Artigiane 10 milioni di euro

Tipologia di investimenti finanziabili

per le Imprese Artigiane

  • impianti, macchinari, attrezzature;
  • programmi informatici, brevetti, licenze, know-how, conoscenze tecniche non brevettate con la relativa formazione specialistica nel limite del 30% del totale del programma di spesa;
  • servizi specialistici in tema di ICT, marketing e innovazione nel limite del 5% del totale del programma di spesa;
  • spese relative alla ristrutturazione della sede operativa (in misura non superiore al 30% del programma di spesa) e installazione di impianti, strettamente necessari e funzionali allo svolgimento dell’attività di impresa;
  • spese relative al capitale circolante nella misura massima del 30% del programma di spesa, limitatamente a interessi passivi su finanziamento bancario, spese per acquisizione garanzie, materie prime, materiali, semilavorati;
  • innovazione organizzative tramite TLC;
  • miglioramento performance aziendali ed ambientali;
  • sicurezza luoghi di lavoro;

per le Imprese esercenti il Commercio Ambulante

  • macchinari ed attrezzature, mezzi mobili, identificabili singolarmente ed a servizio esclusivo dell’attività oggetto delle agevolazioni;
  • attrezzature informatiche commisurate alle esigenze produttive e gestionali del proponente e la relativa formazione specialistica;
  • consulenza specialistica per l’introduzione di tecnologia, per azioni di marketing nel limite del 5% del programma di spesa;
  • spese relative al capitale circolante nella misura massima del 30% del programma di spesa, limitatamente a interessi passivi su finanziamento bancario, spese per acquisizione garanzie, materie prime, materiali, semilavorati;

per le Imprese esercenti il Commercio Fisso

  • opere murarie, sistemazioni impiantistiche, nel limite del 30% del totale del programma di spesa;
  • macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica, mezzi mobili, identificabili singolarmente ed a servizio esclusivo dell’attività oggetto delle agevolazioni;
  • programmi informatici, brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi e la relativa formazione specialistica, nel limite del 30% del programma di spesa;
  • consulenza specialistica in tema di ICT, marketing e innovazione nel limite del 5% del totale del programma di spesa;
  • spese relative al capitale circolante, inerenti all’attività d’impresa, nella misura massima del 30% del programma di spesa, limitatamente a interessi passivi su finanziamento bancario, spese per acquisizione garanzie, materie prime, materiali, semilavorati.

Programmi di spesa ammissibili

Il programma di spesa deve essere avviato dopo la presentazione della domanda e dovrà prevedere spese ammissibili per un importo minimo di 10.000 euro  e massimo di 50.000 euro.

Solo per le imprese del settore Commercio fisso formalmente aggregate l’importo minimo è di 50.000 euro  e massimo di 250.000 euro. Le aggregazioni formali di imprese devono essere composte da almeno 5 (cinque) imprese.

Agevolazioni concedibili

Le agevolazioni sono concesse a fondo perduto, in regime “de-minimis”, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili e quindi fino ad un importo massimo di 25.000 euro per programma di spesa presentato da singola impresa.

Per le aggregazioni di imprese le agevolazioni sono concesse a fondo perduto nella misura massima del 70% del totale delle spese ammissibili del programma di spesa e quindi fino ad un importo massimo di 175.000 euro.

Modalità di presentazione delle domande di contributo

Le domande devono essere compilate on line, previa registrazione, dalle ore 16:00 del 03/02/2020 fino alle ore 13:00 del 04/03/2020.Dal 16 gennaio 2020 è possibile iniziare la registrazione nel sistema per la successiva compilazione della modulistica.

Il termine ultimo del 4 marzo, tuttavia, potrà essere anticipato qualora verranno presentate richieste di contributi pari al 150% della dotazione finanziaria.

La procedura di selezione delle domande di agevolazione è a “sportello valutativo”.

Per ulteriori informazioni e/o assistenza contattare la Sede Provinciale della UPAPI CLAAI Benevento ai seguenti recapiti:

0824/29845 o 329/2312665

 

Per raggiungerci attivando il navigatore, clicchi sul seguente link:

POSIZIONE GPS della Nuova Sede CLAAI BENEVENTO

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 + 1 =