Skip to content

REGIONE CAMPANIA – ZONA ROSSA DA OGGI 8 MARZO 2021

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Il DPCM firmato dal Presidente Mario Draghi il 2 marzo 2021 sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021 e conferma, fino al 27 marzo, il divieto già in vigore di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, con l’eccezione degli spostamenti dovuti a motivi di lavoro, salute o necessità.

Di seguito una sintesi delle principali novità e delle misure confermate relativamente alla ZONA ROSSA in cui la Campania si trova da oggi 8 marzo.

  • Vietati gli spostamenti interni al Comune, salvo che per comprovate esigenze.
  • Nei piccoli Comuni con max 5mila abitanti saranno consentiti gli spostamenti verso una sola abitazione privata, una sola volta al giorno fra le 5.00 e le 22.00, in un raggio di 30km (eventualmente anche in un’altra Regione) con divieto di spostamento nei capoluoghi di Provincia.
  • Chiusi i mercati. A partire dal 6 Marzo aperte le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici.
  • Consentito svolgere attività sportiva esclusivamente nell’ambito del territorio del proprio Comune. Possibile recarsi in un altro Comune solo nel caso in cui l’attività sportiva comporti uno spostamento (per esempio corsa o bicicletta), purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza. Sono vietati gli sport di contatto, anche amatoriale.
  • Consentita attività motoria solo nei pressi della propria abitazione in forma individuale. Sospese anche le attività svolte nei centri sportivi all’aperto.
  • Chiusi i centri estetici, barbieri e parrucchieri.
  • Sospese le attività commerciali al dettaglio, ad eccezione della vendita di generi alimentari e di prima necessità individuati nellallegato 23 del DPCM 2 Marzo 2021.
  • Sono aperti anche lavanderie, ferramenta, ottici, fiorai, librerie, cartolerie, informatica, negozi di abbigliamento per bambini e di giocattoli, profumerie, pompe funebri, distributori automatici. Per quanto riguarda i centri commerciali, le uniche attività aperte al loro interno sono gli alimentari, le farmacie, le parafarmacie e i tabaccai, mentre tutti gli altri negozi verranno chiusi.
  • Sono sospese le scuole dell’infanzia. Didattica a distanza per tutte le scuole di ogni ordine e grado.