Skip to content

INCENTIVI GIOVANI E DONNE 2022: NUOVE AGEVOLAZIONI A FONDO PERDUTO CON “ON”

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

 

Dal MISE ulteriori 150 milioni di euro per giovani tra i 18 e i 35 anni e donne di qualunque età per l’avvio di nuove imprese come stabilito dal Decreto 4 dicembre 2020Le domande partiranno dal 24 marzo a partire dalle ore 12.00 fino a esaurimento fondi.

Il Ministero dello Sviluppo economico mette a disposizione agevolazioni consistenti in finanziamenti a tasso zero (da restituire in 10 anni) e contributi a fondo perduto per progetti d’impresa con spese fino a 3 milioni di euro.

Nel complesso gli incentivi possono coprire fino al 90 per cento delle spese ammissibili.

INCENTIVI GIOVANI E DONNE 2022: REQUISITI

Possono presentare domanda:

  • giovani under 35
  • donne di tutte le età
  • imprese costituite da non più di 5 anni e con una compagine sociale composta per almeno il 51% da giovani under 35 e da donne di tutte le età.

L’agevolazione potrà essere richiesta per:

  • realizzare nuove iniziative 
  • ampliare, diversificare o trasformare attività esistenti

nei seguenti settori:

1) manifatturiero

2) servizi

3) commercio 

4) turismo

Non sono richieste garanzie in caso di finanziamenti inferiori a 250 mila euro; è prevista invece la garanzia sotto forma di privilegio speciale per i finanziamenti superiori a 250 mila euro.

PER LE IMPRESE FINO A 3 ANNI

Le imprese costituite da non più di 3 anni possono presentare progetti di investimento fino a 1,5 milioni di euro per realizzare nuove iniziative o sviluppare attività esistenti nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo. Il contributo a fondo perduto non può superare il limite del 20% della spesa ammissibile.

PER LE IMPRESE TRA I 3 E I 5 ANNI

Le imprese costituite da almeno 3 anni e da non più di 5 possono presentare progetti che prevedono spese per investimento fino a 3 milioni di euro per realizzare nuove iniziative o ampliare, diversificare o trasformare attività esistenti, nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo.

Il contributo a fondo perduto non può superare il limite del 15% della spesa ammissibile.

INCENTIVI GIOVANI E DONNE 2022: COME SI FA DOMANDA

L’incentivo è a sportello, non ci sono quindi graduatorie o scadenze ma le istanze vengono esaminate secondo l’ordine di arrivo.

Nello specifico la valutazione delle domande è composta da due fasi:

  • un colloquio di approfondimento per la verifica delle competenze tecniche, organizzative e gestionali del team imprenditoriale e la coerenza interna del progetto di finanziamento, anche rispetto alle potenzialità del mercato;
  • un secondo colloquio per valutare la sostenibilità economico-finanziaria dell’iniziativa in considerazione delle spese proposte e delle agevolazioni richieste.

Superato il primo step, il soggetto richiedente dovrà integrare la domanda con:

  • le informazioni sul piano economico-finanziario del progetto;
  • il format di approfondimento tecnico-economico e finanziario.

Conclusa la valutazione, vengono concessi i finanziamenti e viene monitorata la realizzazione dei progetti.

Il progetto di impresa deve essere avviato dopo la presentazione della domanda e deve concludersi entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento.

INCENTIVI GIOVANI E DONNE 2022: COSA SERVE

Per inoltrare la domanda servono:

  • identità digitale del proponente (SPID, CNS, CIE) per accedere alla piattaforma dedicata;
  • preventivi delle spese che si intendono sostenere, che per le persone fisiche e le imprese costituite da meno di 3 anni possono essere:

a) Opere murarie e assimilate (30% investimento ammissibile)
b) Macchinari, impianti ed attrezzature
c) Programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione
d) Acquisto di brevetti o acquisizione di relative licenze d’uso
e) Consulenze specialistiche (5% investimento ammissibile)
f) Oneri notarili
g) Spese di capitale circolante (20% investimento ammissibile)

mentre per le imprese costituite già dai 3 ai 5 anni possono essere:

a) Acquisto di immobili solo nel settore turistico (40% investimento ammissibile)
b) Opere murarie e assimilate (30% investimento ammissibile)
c) Macchinari, impianti e attrezzature
d) Programmi informatici
e) Brevetti, licenze e marchi.

  • firma digitale e indirizzo di posta elettronica certificata per concludere la procedura

Per maggiori informazioni e/o assistenza, contattateci ai seguenti recapiti telefonici 082429845 o 3292312665 o scriveteci all’indirizzo e-mail info@claaibenevento.it.