Skip to content

DPCM SUI NEGOZI: DAL SUPERMERCATO ALLA FARMACIA. ECCO DOVE È NECESSARIO IL GREEN PASS

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

 

 

Firmato il 21 gennaio, il provvedimento che prevede l’obbligo di avere almeno il tampone per entrare negli esercizi commerciali. Le esigenze alimentari e di prima necessità, sanitarie, di sicurezza e di giustizia saranno però sempre garantite, senza bisogno di esibire alcuna certificazione verde.

Per tutti gli altri acquisti, anche per andare a ritirare la pensione alle Poste, servirà il Green Pass base. Fanno eccezione solo i chioschi all’aperto e i distributori automatici.

DOVE È RICHIESTO IL GREEN PASS

Dal 1 febbraio occorrerà esibire il green pass base (una dose di vaccino oppure un tampone negativo effettuato 48 ore prima se antigenico o 72 ore se rapido) in tutti gli uffici pubblici inclusi banche, poste e uffici.

QUALI LE ATTIVITÀ COMMERCIALI ESENTI

Non servirà né il Green Pass rafforzato né quello base in tutti gli esercizi di vendita di prodotti essenziali quali:

1. Commercio al dettaglio di prodotti alimentari e di prima necessità
2. Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
3. Commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati.
4. Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati.
5. Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari.
6. Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie, parafarmacie e altri esercizi
specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)
7. Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati.
8. Commercio al dettaglio di materiale per ottica.
9. Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento.

QUALI GLI UFFICI ESENTI?

Sono comunque esenti dall’obbligo di Green Pass tutti gli uffici che erogano servizi essenziali quali:

a) servizi di sicurezza, quali uffici delle Forze di polizia e delle polizie locali, allo scopo di assicurare lo svolgimento delle attività istituzionali indifferibili, nonché quelle di prevenzione e repressione degli illeciti;
b) esigenze di giustizia, per le quali è consentito l’accesso agli uffici giudiziari e agli uffici dei servizi sociosanitari esclusivamente per la presentazione indifferibile e urgente di denunzie da parte di soggetti vittime di reati.

COSA SUCCEDE NEGLI ESERCIZI CHE VENDONO SIA PRODOTTI ESSENZIALI CHE NON ESSENZIALI?

In tutti i luoghi in cui sono in vendita anche prodotti non essenziali (ad esempio ipermercati e centri commerciali) o in cui si effettuano attività per cui è richiesto almeno il tampone, sarà consentito entrare senza Pass solo per accedere a negozi essenziali o per acquistare prodotti essenziali: dunque si potrà entrare liberamente in un centro commerciale se si è diretti in una farmacia o in una parafarmacia ospitata in quei locali e si potranno acquistare al supermercato solo prodotti alimentari e bevande.