Skip to content

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER GLI OPERATORI ECONOMICI DANNEGGIATI DAL CORONAVIRUS

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Con il Decreto Rilancio del 19 maggio 2020, è stato introdotto un contributo a fondo perduto tra le numerose disposizioni destinate a sostenere gli operatori economici danneggiati dalla crisi sanitaria dovuta alla diffusione del “Coronavirus”.

Il contributo viene erogato dall’Agenzia delle Entrate a seguito della presentazione dell’istanza ed è commisurato alla perdita di fatturato e corrispettivi subita a causa dell’emergenza. Sulla base delle fatture e dei corrispettivi dichiarati nell’istanza (relativi ad aprile 2019 e aprile 2020), l’Agenzia delle entrate eroga la somma di denaro mediante bonifico sul conto corrente intestato al richiedente. Tale somma è esclusa da tassazione e spetta ai titolari di partita Iva, che esercitano attività d’impresa e di lavoro autonomo o che sono titolari di reddito agrario.

L’ammontare del contributo è determinato applicando le seguenti percentuali:

  • 20%, se i ricavi e i compensi dell’anno 2019 sono inferiori o pari a 400.000 euro
  • 15%, se i ricavi e i compensi dell’anno 2019 superano i 400.000 euro ma non l’importo di 1.000.000 di euro
  • 10%, se i ricavi e i compensi dell’anno 2019 superano 1.000.000 di euro ma non l’importo di 5.000.000 euro.

Il contributo a fondo perduto è comunque riconosciuto per un importo non inferiore a 1.000 euro per le persone fisiche e a 2.000 euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche, come riportato anche nella guida redatta dall’Agenzia delle Entrate (CLICCARE QUI PER SCARICARLA). Sarà possibile presentare le domande da lunedì 15 giugno fino a giovedì 13 agosto 2020.

E’ possibile rivolgersi agli uffici CLAAI per la preparazione e l’inoltro della domanda, i nostri associati possono contattarci ai seguenti numero 082429845 o 3292312665 o scriverci all’indirizzo e-mail info@claaibenevento.it

CLAAI PER LE IMPRESE

La CLAAI, sarà a disposizione delle imprese e dei professionisti per gestire le nuove procedure previste dal decreto rilancio.

Inoltre, segnaliamo la possibilità di usufruire, da subito, dei seguenti servizi: