Skip to content

BANDO ISI 2020: CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LE IMPRESE CHE INVESTONO IN PREVENZIONE E SICUREZZA

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Per incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, l’INAIL con il bando Isi 2020, concede un contributo a fondo perduto pari al 65% delle spese ammissibili al netto di iva,  fino a €130.000.

Le imprese, anche individuali, regolarmente iscritte alla Camera di Commercio, industria, artigianato e agricoltura, possono presentare domanda per ottenere il finanziamento di diverse tipologie di investimenti aziendali, classificabili in 4 assi principali:

  • Asse 1:
    • Progetti rivolti alla riduzione del:
      • rischio chimico;
      • rischio rumore;
      • rischio derivante da vibrazioni meccaniche;
      • rischio biologico;
      • rischio caduta dall’alto;
      • rischio infortunistico;
      • rischio sismico;
      • rischio da lavorazioni in spazi sospetti di inquinamento.
    • Progetti finalizzati all’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (non presentabili dalle aziende senza dipendenti).
  • Asse 2: Progetti rivolti a ridurre il rischio da movimentazione manuale di carichi o pazienti;
  • Asse 3: Progetti finalizzati alla rimozione di materiali contenenti amianto;
  • Asse 4: Progetti per la riduzione del rischio in specifici settori di attività quali quello della pesca e della fabbricazione mobili.

È possibile presentare una sola domanda di finanziamento, per una sola tipologia di progetto, per un contributo minimo erogabile di €5000 e un contributo massimo erogabile di €130.000 per gli investimenti rientranti nell’ Asse 1, 2 e 3. Solo per le imprese con meno di 50 dipendenti, che presentino progetti finalizzati all’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, non è previsto il limite minimo di finanziamento di €5000.

Diverso, invece, è l’ammontare del finanziamento per le imprese rientranti nell’Asse 4 (Settore pesca e fabbricazione mobili), per i quali il contributo minimo ammissibile è di €2000 e quello massimo di €50.000.

Il contributo viene concesso nel rispetto del “regime de minimis” e non è cumulabile con altri finanziamenti pubblici dello stesso tipo, mentre è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito.

RISORSE FINANZIARIE PER LA REGIONE CAMPANIA

Per la Regione Campania sono state stanziate risorse pari a €21.312.102 di cui €8.088.155 saranno destinati ai progetti rientranti nell’Asse 1, €7.640.592 ai progetti rientranti nell’Asse 2, €5.047.982 ai progetti dell’Asse 3 e €535.373 a quelli dell’Asse 4.

Sono ammesse a finanziamento le spese direttamente necessarie alla realizzazione del progetto, le eventuali spese accessorie o strumentali funzionali alla realizzazione dello stesso e indispensabili per la sua completezza, nonché le eventuali spese tecniche, entro i limiti precisati negli appositi allegati. Le spese devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data di chiusura dello sportello telematico.

SCADENZE

La domanda deve essere presentata in via telematica e successivamente confermata con l’invio della documentazione specifica per ciascun asse di finanziamento. Le date di apertura e chiusura della procedura saranno pubblicate sul sito INAIL entro il 26 febbraio 2021. In caso di ammissione al finanziamento, l’impresa deve realizzare il progetto entro 365 giorni dalla concessione a pena di decadenza.

CLAAI Benevento è a disposizione per informazioni e/o assistenza. Contattateci ai recapiti 082429845 3292312665 o scriveteci all’indirizzo info@claaibenevento.it.