Skip to content

ALIMENTI: OBBLIGATORIE LE ETICHETTE DI ORIGINE

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

panificazione

Il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Saverio Romano, ha di recente firmato il decreto “Coordinamento delle disposizioni attuative della direttiva 2004/41/CE con la normativa vigente in materia di alimenti e mangimi e con i regolamenti CE 178/2002, 852/2004, 853/2004, 854/2004, 882/2004 e 183/2005”.
Il provvedimento, in fase di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, prevede l’obbligo di riportare, nello stesso campo visivo ed in prossimità della denominazione di vendita, l’indicazione del Paese di origine. Viene inoltre stabilita l’altezza obbligatoria dei caratteri (2 mm), con una differenziazione per l’olio in funzione della quantità nominale…

L’iniziativa legislativa prende in considerazione solamente quegli alimenti che a livello comunitario devono obbligatoriamente riportare l’indicazione di origine: olio di oliva, carni bovine, carni di pollame, miele, latte fresco, passata di pomodoro.
È previsto un periodo di 180 giorni, dall’entrata in vigore del decreto, per lo smaltimento delle scorte e per l’adeguamento alle nuove disposizioni.
Fermo restando l’applicazione di disposizioni specifiche in materia di rintracciabilità, gli operatori del settore alimentare devono conservare le seguenti informazioni:
– nome, indirizzo del fornitore e identificazione del materiali e dei prodotti forniti;
– nome, indirizzo del cliente, diverso dal consumatore finale, e Identificazione del
prodotti consegnati;
– data della transazione o della consegna;
– volume, se del caso, o quantità dei materiali e del prodotti forniti.
Nel caso in cui sia conservata la stampa del registri di rintracciabilità, questi devono riportare già la data e l’ora della consegna, nonché il nome e l’indirizzo del fornitore e del cliente. In caso contrario, deve essere specificamente registrata la data, nonché l’ora se viene effettuata più di un’erogazione o di una consegna in un determinato giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *