PFU – PNEUMATICI FUORI USO – CONTRIBUTO PER LA GESTIONE

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

gommista

 

Il decreto direttoriale n. 3271 del 26/4/2012 ha determinato l’entità del contributo a copertura dei costi per la raccolta e gestione dei pneumatici fuori uso (PFU). Tale contributo deve essere riscosso dal rivenditore all’atto della vendita di ogni veicolo nuovo e versato in un apposito fondo costituito presso l’ACI.
Pertanto, dal 11 Maggio 2012, ogni fattura rilasciata a seguito di vendita di un veicolo nuovo (esclusi quindi quelli USATI) in Italia, dovrà riportare in un’apposita riga il contributo, a carico del cliente, per le spese di smaltimento dei pneumatici usati (PFU) del veicolo in vendita e la dicitura: “Contributo ambientale per il recupero degli pneumatici fuori uso ai sensi dell’art. 7 del D.M. 11 aprile 2011 N. 82”
Il contributo dovrà poi esser versato tramite RID, entro il 15 del mese successivo all’immatricolazione al Fondo specifico gestito dall’ACI. L’iscrizione al Fondo per tutti coloro che risultano venditori o rivenditori di veicoli nuovi, deve esser fatta utilizzando il sito internet: www.pneumaticifuoriuso.it
Sempre su questo sito è consultabile gli importi dei contributi e la nuova versione del manuale d’uso per la registrazione delle informazioni sul contributo incassato.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + 1 =