Il ministro Di Maio incontra le micro, piccole e medie imprese

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Anche la Claai-Confederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane presente stamane a Roma al tavolo convocato presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Tra le misure anticipate la semplificazione amministrativa, gli investimenti infrastrutturali, gli incentivi e gli sgravi alle imprese.

Il Ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, ha incontrato stamane a Roma le organizzazioni nazionali di rappresentanza delle micro, piccole e medie imprese.

Al tavolo di lavoro presso il Ministero era presente anche una delegazione della Confederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane.

Le misure previste dal Governo, e anticipate dal Ministro Di Maio ai rappresentanti delle imprese, sono articolate sui temi della semplificazione amministrativainvestimenti infrastrutturali, incentivi e sgravi alle imprese.

Il Ministro ha premesso che l’azione di semplificazione deve intendersi come impegno del Governo alla sottrazione di adempimenti cui sono sottoposte le micro, piccole  e medie imprese.

Particolare attenzione è stata data ai seguenti temi, attraverso passaggi specifici e approfonditi:

– semplificazione burocratica. Il Ministro ha annunciato interventi sul codice di procedura civile, sul codice degli appalti e la realizzazione di un codice unico del lavoro.

– eliminazione del SISTRI;

– fatturazione elettronica: intervento per sospendere le sanzioni sino alla definizione di soluzioni per le criticità applicative da parte delle micro, piccole e medie imprese

Circa gli interventi di carattere economico, il Ministro Di Maio ha presentato:

– sgravio 50% su IMU;

– inserimento nella legge di bilancio delle misure relative alla adozione della nuova tariffa INAIL;

– intervento su fondo di garanzia per le imprese che vantano crediti nei confronti della P.A.

Il Ministro Di Maio ha inoltre annunciato le misure relative agli investimenti sia in infrastrutture materiali che digitali:

– Interventi per agevolare l’utilizzo dei fondi per dissesto idrogeologico ed adeguamento antisismico con attribuzione delle risorse ai comuni e definizione di una procedura semplificata;

  • Adeguamento delle infrastrutture di comunicazione alla tecnologia 5G e banda larga;
  • Prosecuzione degli interventi previsti da industria 4.0 con adeguamento alle esigenze delle micro, piccole e medie imprese;
  • Innovazione: istituzione di un fondo di venture capital con dotazione di 1 miliardo di euro per il finanziamento di start up innovative.

Il Ministro Di Maio ha tenuto a precisare, infine, che il passaggio odierno rappresenta un primo momento di confronto tra Governo e parti datoriali delle micro, piccole e medie imprese, cui seguiranno tavoli tecnici mirati ad approfondimento e dibattito sulle specifiche tematiche.

Da parte delle rappresentanze associative si è preso atto di quanto anticipato dal Ministro Di Maio, confermando la disponibilità e l’interesse ad avviare una interlocuzione costante sulle misure presentate al fine di entrare nei dettagli concreti dei provvedimenti. Apprezzamenti per l’apertura al dialogo manifestata dal Ministro Di Maio, mentre i contenuti esposti verranno verificati attentamente nei successivi appuntamenti di approfondimento e confronto.

“L’incontro promosso oggi a Roma – commenta il presidente della Claai, Stefano Fugazza – va nella giusta direzione circa disponibilità al confronto e alla condivisione. Auspichiamo tempi rapidi ed effettivi con riguardo alla convocazione dei tavoli tematici e nell’applicazione delle misure annunciate.”

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + 8 =